Ciao Maurizio,
ti ringrazio della risposta pero' vorrei lo stesso far conoscere la mia
lunga e tormentata storia. Non voglio un consiglio, voglio solo farvi sapere
come sono andate esattamente le cose:

Ho un malamute di nome Aska di 6 anni che mi ha dato tantissime soddisfazioni crescendo forte e bella. Quando la portavo dal veterinario,
per il solito controllo periodico, si faceva visitare senza aver paura ed era sempre in perfetta salute.
E così decisi di farle fare una cucciolata.
Cercai l'allevatore dove avevo acquistato Aska e gli chiesi con chi potevo farla accoppiare e lui mi diede un nome: Yuman. Quando si incontrarono la
prima volta fu amore a prima vista! Possiedo un pezzo di terra con una piccola casa fuori città e li abbiamo portati a divertirsi per 15 giorni.
Aska non mi deluse e dopo 67 giorni, esattamente il 7 gennaio 2001, nacquero ben 6 cuccioli uno più bello dell'altro! Stavano ancora in campagna e faceva freddo e percio' su consiglio del veterinario, li ho caricati tutti in macchina assieme alla loro mamma e li ho portati a casa a Roma dove avevo
sistemato la soffitta con un soffice e caldo lettino e una stufetta.
Aveva anche un terrazzo dove poi si sono divertiti a correre e giocare. Dedicai 3 mesi solo per loro (lasciando momentaneamente il lavoro). Li ho sverminati 2 volte e la prima volta che sono usciti e' stato esattamente dopo 55 giorni per andare alla Usl Veterinaria per il primo vaccino e per ritirare i 6 libretti con i numeri di tatuaggio. Ho cercato in tutti modi di far venire a casa il veterinario ma non c'e' stato verso anzi mi hanno preso in giro dicendomi che ormai erano grandi e che bastava che mi facessi aiutare da qualcuno!
A maggio ho riportato in campagna Aska e 4 cuccioli e mi sono tenuta in casa 2 maschietti per comodita' (diciamo come "campione") in modo tale che le persone che volevano acquistare i cuccioli non dovevano andare in campagna per vederli.
I cuccioli che ho tenuto con me si chiamano Yukon e Mongo e sono di una dolcezza infinita!
Dopo una settimana notai un leggerissimo tremolio (sembrava un tic) alla zampa posteriore di Mongo.
L'ho portai dal vet rispondendomi che i cuccioli ogni tanto potevano avere dei tic e che sarebbero spariti col tempo.
Non ero convinta: solitamente il tic non e' continuativo mentre questo tremolio si fermava solo quando Mongo dormiva profondamente! Nel frattempo avevo preso l'abitudine di andare a trovare gli altri cuccioli tutti i  fine settimana portando con me Yukon e Mongo per farli giocare con i fratelli e la mamma. Intanto avevo ricevuto contatti da probabili compratori.
Verso fine maggio Yukon si senti' male: aveva la febbre, diarrea e ogni tanto vomitava. Lo portai di corsa al pronto soccorso e gli fecero flebo e antibiotici, probabilmente era un'intossicazione da piante o magari qualcosa che aveva mangiato di nascosto. Mi assicurarono che la febbre sarebbe scesa entro 48 ore. Dopo 2 giorni Yukon stava malissimo, aveva 41,6 di febbre!!
Ero disperata e il lunedi' corsi dal mio veterinario in campagna. Per 3 giorni facevo avanti indietro da casa alla campagna per potergli far fare le flebo via endovena. E anche a lui aveva iniziato a tremargli, in maniera leggerissima, la zampa anteriore destra. Ho incominciato a farmi mille domande: avevo la conferma che quello di Mongo non poteva essere un tic!! I tic non erano contagiosi!
Mi sono messa su internet e ho cercato come una disperata tutte le malattie possibili che potevano avere questi sintomi. Inizialmente credevo che fosse la displasia dell'anca ma quelle zampe che tremavano non gli davano dolore ne' fastidio.
Poi ho letto del cimurro e mi sono soffermata su questa malattia e ho cercato tutte le informazioni possibili. Volevo escluderlo, cercavo un sintomo estraneo ai miei cuccioli che facesse scendere le probabilita' di questa terribile diagnosi. La quarta volta che tornai per la terapia a Yukon ho voluto parlare col veterinario e gli ho esposto i miei dubbi che purtroppo lui ha confermato: era cimurro! Aveva poche probabilita' di sopravvivere... Dissi allora al veterinario che volevo continuare a fargli la terapia con flebo a casa per evitare al cucciolo lo stress del viaggio.
Poi ho cominciato a riflettere: e' una malattia molto contagiosa, ma quando l'avranno presa? E come?? Oltre a Yukon e Mongo chi altri cuccioli sono
stati contagiati?? Un mese prima avevo venduto una femmina nera, sara' stata contagiata? Da quel giorno non ho piu' portato Yukon e Mongo dai fratelli, ma era troppo tardi....
Nel giro di 15 giorni i 3 cuccioli rimasti con la mamma in campagna sono stati male. Il vet e' venuto e ha provato a fagli un'iniezione di siero e cortisone. La sera stessa una cucciola nera e' morta a causa di un attacco cardiaco.
Una settimana dopo, un maschio chiaro (era splendido! robusto e perfetto) non camminava piu' ed era diventato cieco! L'abbiamo dovuto far sopprimere.....non e' stato facile anche perche' sono voluta rimanere al suo fianco......
La femmina rimasta e' stata male ma si e' salvata. Ora l'ho fatta sterilizzare perche' e' delicata e le zampe di dietro ogni tanto cedono.
L'altra femmina che ho venduto e' sanissima ed ha gia' fatto un concorso locale arrivando seconda e questa e' stata una grossa soddisfazione per me!
Ultimamente ci vediamo spesso per farla giocare con i fratelli. Yukon, per miracolo, e' riuscito a superare la malattia ma la zampa davanti e' rovinata dagli spasmi (si nota nelle foto la zampa anteriore meno sviluppata) che ha di continuo (tranne quando dorme).
Mongo invece, come se niente fosse successo!! Ha sempre quel "tic" che fa cedere ogni tanto le zampe posteriori. Li abbiamo fatti visitare da un veterinario neurologo Dr Adamo che ha diagnosticato una microlesione ad un nervo della spina dorsale. L'unica cosa positiva e' che il virus si e' stabilizzato e che possono fare una vita normale come gli altri cani. Avranno sicuramente problemi di difese immunitarie deboli e percio' di stare attenti alle piccole infezioni che potrebbero contrarre. Mi ha anche detto che ho fatto un miracolo, (solitamente col cimurro si muore), li ho curati benissimo e che loro sono stati davvero fortunati ad avere me come "infermiera", io un po' di meno.......
Sono ben 3 veterinari, tra cui questo neurologo, e altri che ho contattato anche su internet che lo confermano: e' stato il virus del vaccino. Mongo era il piu' delicato della cucciolata e probabilmente ha avuto un leggerissimo cimurro. Ma questo non gli ha impedito di contagiare i fratelli, anzi. E come si sa, il contagio e molto piu' aggressivo....
Aska sta benissimo, come sempre, e qualche mese fa l'ho fatta sterilizzare.
A lei, il cimurro gli ha fatto un baffo !!!! :-)))
Ora da qualche settimana il mio Yukon, 11 mesi, soffre di piccole ulcerette al gerretto vicino alle zampe. L'ho portato dal vet e lui ha fatto il raschiato ma non e' risultato nulla. Gli ha fatto un'iniezione locale di cortisone (molto dolorosa!!) e mi ha prescritto degli sciacqui con disinfettante e betatine. Dopo parecchi giorni, finalmente la ferita guarisce ma mi accorgo che ne ha un'altra in un'altra zampa!! E io continuo a curarlo.... fin'ora ne ho curate 4, ma ora le prime 2 si sono "riaperte".
Sono tornata dal vet e fatto rivisitare il mio cane. Lui dice che potrebbe essere l'antigene del cimurro che si e' risvegliato. Praticamente quel bastardo di un virus ha lasciato alcuni "ricordini" anche sulle difese immunitarie e percio' mi devo aspettare di tutto o di niente.
Gli ha fatto l'esame con una lampada e poi ha prelevato del pelo per vedere se magari e' micosi (dopo le feste mi daranno la risposta).  Poi mi ha consigliato, tra un mese, una "biopsia" per avere la conferma della diagnosi.  Non l'ha potuta fare subito perche' durante la cura avevo messo nelle ferite, di mia iniziativa, la pomata Gentalyn beta.  Mi ha poi prescritto pillole di vitamina A e delle fiale per rafforzare il sistema immunitario.
Dice anche che devo stare attenta al freddo perche' potrebbe avere dei problemi respiratori e cosi' l'ho riportato a casa. Fino a ieri viveva in campagna con la mamma e i suoi fratelli. Per il momento e' tranquillo e credo che soffra il freddo perche' preferisce dormire sul divano o accanto al termosifone!
Pero' mi dispiace tantissimo averlo staccato dai fratelli. Cosa devo fare? In questo periodo fa molto freddo...ma e' anche vero che Yukon e' un tipo di razza che ama stare all'aria aperta con i suoi compagni. Vorrei anche evitare lo sbalzo di temperatura tra il caldo della casa e il freddo della campagna. Ecco la mia storia e' finita. Domani vado da una dermatologa specializzata e spero che lei possa aiutarmi con una buona cura.
Penso di aver fatto tutto cio' che era in mio potere per cercare di salvare i miei cuccioli. Vorrei solo un po' di pace per loro e farli vivere tranquilli...
vi invio le foto delle ferite di Yukon
saluti e buone feste!
gabriella.


yukon3_12_01a.jpg (38015 byte)

anter_201201s1.jpg (59326 byte)

post_201201s.jpg (52749 byte)

 


torna a "Il Panierino"